Va bene la mobilità sostenibile, la guida autonoma, l’elettrificazione dei veicoli, ma c’è anche un tempo in cui l’auto deve essere solo ed esclusivamente una “fuga” di piacere. Così il salone dell’auto di Ginevra, o almeno quella porzione riservata agli appassionati con la a maiuscola, si trasforma nella vetrina ideale dei propri sogni. Quella in cui l’azzardo è la regola e progresso ed ingegno non devono per forza sottostare a chissà quali norme.

La nuova Bugatti Chiron, con i suoi 1.500 cv di potenza, è stata la regina indiscussa di quest’ultima edizione del Salone dell’auto di Ginevra. D’altro canto, però, non è la potenza l’unico dato che garantisce prestazioni da urlo. Così la pensa Horacio Pagani, che alla rassegna svizzera presenta la nuova Huayra BC, supercar da “soli” 800 cavalli, che hanno il compito di spingere (il motore è centrale posteriore) appena 1.218 kg di peso. Una filosofia resa ancora più estrema dalla svedese Koenigsegg, che presenta la versione definitiva della Regera; affiancata dall’inedita Agera “One of 1”.

salone auto Ginevra

Il 2016 è l’anno della nuova Aston Martin Db11. Eleganza, condita dal vigore di un motore V12 sovralimentato. Tradizione e innovazione al servizio del piacere. Uno stile inconfondibile, perché anche saper apparire necessita di una base concreta. Chi invece preferisce esagerare a prescindere, nonostante la provenienza Oltremanica, è la versione aggiornata della Arash AF10. Ibrida sotto il profilo tecnico, folle sotto ogni punto di vista. Lo schema della vettura si realizza grazie ad motore termico coadiuvato da quattro unità elettriche.
Differente nella tecnica, simile per il fatto che si tratti di un’auto (anzi una concept) a basso impatto ambientale, la Pininfarina H2 Speed. Sfrutta la tecnologia fuel cell, sviluppata dalla società franco-svizzera GreenGT. Nella “partita” della sostenibilità, entra a pieno titolo anche la Italdesign GTZero. Una sorta di shooting brake coupé, equipaggiata con tre motori elettrici. A chiudere la rassegna delle più originali viste a Ginevra, ci pensa la Micro Microlino Prototype. Un prototipo di vettura elettrica ispirato alla celebre Bmw Isotta.

salone auto Ginevra


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here