Chiunque abbia partecipato a progetti di Lean Transformation utilizzando lo strumento Lean SMED (Single Minute Exchange of Die) ideato da Shigeo Shingo, che consiste in breve nel cercare di minimizzare i tempi di cambio spostando il più possibile le attività che vengono svolte a macchina ferma al lasso di tempo in cui la macchina è in lavorazione (cioè in tempo “mascherato”), avrà affrontato almeno una volta questo dilemma.

Certo registrare le fasi con carta, penna e cronometro alla mano può essere un valido metodo ma quando il setup ha una lunga durata o è complesso, tutto ciò può risultare difficile e oneroso (di certo non Lean!). Si possono, ad esempio, saltare fasi o commettere errori nella rilevazione dei tempi e magari perdere quel dettaglio che può essere un’ottima opportunità di miglioramento.

Registrare un filmato secondo la nostra esperienza è invece quasi sempre la strada migliore! Sicuramente filmare parti di un processo con operatori, porta in primo piano la problematica della privacy o la paura di sentirsi “osservati” dal management ma molto risiede nella comunicazione, nel coinvolgimento e nella preparazione di questi eventi Kaizen. Provate ad offrire agli operatori la videocamera! Date sempre la garanzia della cancellazione del video! In fondo l’obiettivo è condiviso: lavorare meglio, più efficacemente e con più gusto!

In Staufen siamo esperti nell’applicazione di questa tecnica quindi, se volete qualche consiglio, contattateci!


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here