Un’azienda di livello globale nata da un’idea brillante

Con coraggio, creatività e lungimiranza nell’ Aprile del 1946 i Fratelli Schaeffler hanno aperto la strada al successo imprenditoriale ad Herzogenaurach, e insieme ai propri collaboratori hanno gettato le fondamenta del Gruppo Schaeffler come lo vediamo oggi. Ecco come un’idea all’avanguardia ha permesso a Schaeffler di diventare un’azienda di livello globale.

Herzogenaurach, 21 giugno 2016. Il Gruppo Schaeffler, una delle storie di successo più significative in Germania dopo il 1945, celebra il suo 70esimo anniversario. Il Dr. Wilhelm Schaeffler e suo fratello Dr.-Ing. E.h. Georg Schaeffler nel 1946 hanno fondato l’Industrie GmbH ad Herzogenaurach, ponendo così le basi per la nascita dell’azienda come la conosciamo

Nel 1946 i Fratelli Dr. Wilhelm Schaeffler (a sinistra) e Dr.-Ing. E.h. Georg Schaeffler pongono le basi per la fondazione dell’azienda che conosciamo oggi.
Nel 1946 i Fratelli Dr. Wilhelm Schaeffler (a sinistra) e Dr.-Ing. E.h. Georg Schaeffler pongono le basi per la fondazione dell’azienda che conosciamo oggi.

oggi. La sede centrale del Gruppo Schaeffler si trova da allora ad Herzogenaurach. La rapida ascesa del Gruppo Schaeffler è iniziata nel 1949 con l’invenzione delle gabbie a rullini INA da parte del Dr. Georg Schaeffler. Schaeffler iniziò a produrre cuscinetti con gabbie a rullini in grandi quantità, in particolare per l’industria automobilistica tedesca. Oggi il Gruppo Schaeffler è fornitore integrato a livello globale nei settori dell’industria e delle automobili con circa 84.000 collaboratori in tutto il mondo. “Spesso si dice che le aziende a conduzione famigliare ragionino in ottica di lungo periodo e quest’affermazione è tanto più vera per Schaeffler. Per noi, i nostri valori e le nostre radici sono tanto importanti quanto il successo a livello finanziario”, afferma Maria-Elisabeth Schaeffler-Thumann.

Gli inizi

La storia del Gruppo Schaeffler ha inizio nell’Alta Slesia, nella città di Katscher, dove il Dr. Wilhelm Schaeffler aveva rilevato un’azienda tessile che in seguito si dedicò anche alla produzione di prodotti in metallo. Dopo un periodo trascorso nelle Montagne del Fichtel nel territorio dello Schwarzenhammer, la ricerca dei Fratelli Schaeffler di un’area con

L’apertura di Industrie GmbH nel 1946 ha portato ad Herzogenaurach un ampliamento molto gradito del mercato del lavoro
L’apertura di Industrie GmbH nel 1946 ha portato ad Herzogenaurach un ampliamento molto gradito del mercato del lavoro

collegamento ferroviario portò al trasferimento dell’azienda nella sede di Herzogenaurach nel 1946. In cambio della promessa di creare 120 nuovi posti di lavoro nel giro di un anno, le autorità di Herzogenaurach concessero ai Fratelli Schaeffler il terreno che stavano cercando. Herzogenaurach aveva un disperato bisogno di questi posti di lavoro. Appena dopo un anno dalla fondazione l’Industrie GmbH contava già 193 collaboratori. L’ Industrie GmbH produceva inizialmente articoli in legno per uso quotidiano, incluse scale, giocattoli per bambini, fibbie e bottoni, mentre i carretti artigianali – che divennero in seguito un best-seller – venivano

Nel 1946, Schaeffler produce fibbie e bottoni in legno
Nel 1946, Schaeffler produce fibbie e bottoni in legno

prodotti nello Schwarzenhammer. I prodotti in metallo come stampi per filettatrice, giunti universali e cuscinetti a rullini come parti di ricambio furono presto aggiunti alla produzione. In questo periodo iniziale è nato anche il marchio INA – che sta per “Industrie-Nadellager” (“Industrial Needle Roller Bearings”), che il Dr. Georg Schaeffler ha anche tradotto come “Immer Neue Aufgaben” (“Attività Sempre Nuove”) quando gli fu chiesto anni dopo dai suoi collaboratori.

Un’idea geniale

Nel 1949, il Dr. Georg Schaeffler ha sviluppato la gabbia a rullini INA, in cui i corpi volventi sono guidati parallelamente all’asse. Questa nuova tipologia era decisamente più leggera, più compatta, più affidabile e consentiva di operare a velocità più elevate, rispetto ai cuscinetti a rullini usati in quel periodo. Questi vantaggi hanno consentito alla gabbia a rullini INA di compiere una svolta significativa nell’industria, e nel 1950, il prototipo del

Herzogenaurach negli anni ’40 – questo sito sarebbe diventato in futuro la sede principale di Schaeffler
Herzogenaurach negli anni ’40 – questo sito sarebbe diventato in futuro la sede principale di Schaeffler

cuscinetto a rullini era pronto per una produzione in grandi volumi. Nel Settembre del 1950 è stata fatta la richiesta di brevetto per la gabbia a rullini INA. I cuscinetti a rullini prodotti ad Herzogenaurach sono presto diventati un componente indispensabile per le industrie di produzione dei veicoli, industrie d’ingegneria meccanica e industrie di costruzione degli impianti, e già nel 1953 non esisteva auto tedesca senza cuscinetti INA.

Rapida trasformazione in un player di livello globale

Il successo dei cuscinetti a rullini INA e il suo ulteriore sviluppo ha comportato una continua espansione della capacità produttiva sia in Germania che all’estero. L’internazionalizzazione dell’azienda è iniziata nel 1951 nella città di Homburg a Saarland, che all’epoca era ancora parte della regione economica francese. Il primo impianto all’estero, sito a Llanelli in Gran Bretagna, ha iniziato a produrre nel 1957. Due anni dopo, Schaeffler ha aperto un nuovo stabilimento in Brasile seguendo il suo Cliente Volkswagen. L’azienda è entrata nel mercato statunitense verso la metà degli anni ’60 acquistando la partecipazione in una società che sarebbe poi diventata nel 1969 società completamente di proprietà. In seguito alla caduta del Muro di Berlino nel 1989, sono state aperte ulteriori sedi in Est Europa e in Asia. Oggi Schaeffler conta approssimativamente 170 sedi in più di 50 Paesi e un network a livello mondiale che attualmente comprende 74 sedi produttive, centri di ricerca e sviluppo e società di vendita.

Il profilo del Gruppo Schaeffler

Nel 1964 i Fratelli Schaeffler decisero di acquistare la quota maggioritaria dell’azienda Lamellen- und Kupplungsbau August Häussermann, e nel 1965, fondarono LuK Lamellen- und Kupplungsbau August Häussermann GmbH nella città di Bühl, sita nella regione del Baden in Germania. L’azienda è diventata leader del mercato tecnologico grazie al suo prodotto innovativo, una frizione con molla a diaframma per Volkswagen. LuK, specialista della trasmissione e uno dei più grandi produttori di frizioni al mondo, è diventata parte del Gruppo Schaeffler nel 1999 dopo anni di partnership con un’altra società e oggi rappresenta il core business dell’azienda nel settore dei sistemi di trasmissione. Nel 2001, Schaeffler ha rilevato FAG Kugelfischer AG & Co. KG a Schweinfurt ed ha significativamente ampliato la sua gamma di cuscinetti volventi. Da allora il Gruppo Schaeffler è il secondo più grande produttore a livello mondiale di cuscinetti volventi. Cinque anni più tardi FAG Kugelfischer AG & Co. oHG e INA-Schaeffler KG sono state fuse per dare vita alla Schaeffler KG. Altre società come Barden, Hydrel, IDAM e Schaeffler Engineering completano la struttura del Gruppo Schaeffler.

Attualità e futuro

Dalla morte del Dr. Georg Schaeffler nel 1996, sua moglie Maria-Elisabeth Schaeffler-Thumann e suo figlio Georg F-W- Schaeffler sono stati gli unici azionisti del Gruppo e hanno portato avanti con successo l’azienda insieme al Management. Nel 2009 il Gruppo Schaeffler ha acquisito la quota maggioritaria di Continental AG, di cui oggi la holding principale Schaeffler AG è l’azionista di maggioranza. Klaus Rosenfeld è il CEO di Schaeffler AG dal 2013. Schaeffler utilizza come strategia la “Mobility for tomorrow” per focalizzarsi su 4 aree trasversali alle divisioni e ai confini regionali: trasmissioni eco-friendly, urban

Nel 2015 Schaeffler è stata quotata in borsa con successo con il motto “Noi condividiamo il nostro successo”.
Nel 2015 Schaeffler è stata quotata in borsa con successo con il motto “Noi condividiamo il nostro successo”.

mobility, interurban mobility, e catena energetica. Schaeffler gioca un ruolo molto attivo nel plasmare queste aree d’interesse con ricerche e attività di sviluppo proprie e, in qualità di esperta nel campo dell’innovazione e della tecnologia, offre ai propri Clienti e ai propri business partner una gamma completa di componenti, moduli e servizi che è stata progressivamente ampliata per includere anche i sistemi. Ad Ottobre 2015 Schaeffler è stata quotata in borsa con successo. Schaeffler ha incluso nella sua strategia a lungo termine anche la tematica della digitalizzazione e, come parte attiva della propria agenda digitale, sta sviluppando prodotti intelligenti, processi più efficienti e servizi innovativi.

Il Gruppo Schaeffler

Gli azionisti di Schaeffler, Signora Maria-Elisabeth Schaeffler-Thumann e suo figlio Georg F.W. Schaeffler, portano avanti il lavoro di una vita dei Fratelli Schaeffler.

 Il Gruppo Schaeffler è a livello mondiale un fornitore integrato, tra i leader nel settore Automotive e Industrial. Il Gruppo si distingue per la massima qualità, l’eccellente tecnologia e l’elevata forza innovativa. Il Gruppo Schaeffler contribuisce in modo significativo alla “mobilità di domani” con componenti di precisione, sistemi motore, trasmissioni e chassis, così come con soluzioni di cuscinetti volventi e cuscinetti a strisciamento per numerose applicazioni industriali. Nel 2015 il Gruppo ha generato un fatturato di approssimativamente 13,2 miliardi di euro. Con circa 84.000 collaboratori in tutto il mondo, Schaeffler è una delle maggiori aziende tecnologiche di proprietà di una Famiglia in Europa e dispone, con circa 170 stabilimenti in 50 Paesi, di una rete globale di siti produttivi, centri ricerca e sviluppo e società commerciali.

Seguiteci su Twitter @schaefflergroup e non perdetevi i nostri ultimi aggiornamenti.

Traete ispirazione anche dal nostro video “70 anni di Schaeffler – because yesterday we were already thinking about tomorrow

 


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here