Nel quarto trimestre 2016, l’indice degli ordini di macchine utensili, elaborato dal Centro Studi & Cultura di Impresa di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, ha registrato un incremento dello 0,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Al contrario l’andamento dell’indice ordini raccolti sul mercato interno subiscono un calo del 12,1%. Su base annua l’indice registra un incremento medio dell’1,6%, rispetto al 2015: si conferma la vivacità del mercato italiano con gli ordinativi interni saliti del 7,4%, a differenza degli ordini esterni, calati del 2,6%.

Il confronto degli indici assoluti, calcolati su base annua, mette in evidenza che il 2016 è risultato essere il migliore per la raccolta ordini con 130,8, il che dimostra una ripresa non indifferente considerato il periodo di crisi e che l’indice assoluto nel 2008 segnava 140 .

Il quadro si mostra favorevole se non fosse per l’arretramento della raccolta ordini registrato nell’ultimo trimestre sul mercato domestico: il calo si può spiegare in parte per il confronto con lo stesso periodo del 2015, estremamente positivo, ed in parte per la decisione degli utilizzatori italiani di sospendere gli investimenti (in attesa di una migliore comprensione del Piano Nazionale Industria 4.0).

Massimo Carboniero, presidente UCIMU, dichiara che la vivacità del mercato italiano torna a investire nei sistemi di produzione, e questo si evince dalla raccolta di adesioni a LAMIERA, manifestazione di settore in programma a Milano. Si ribadisce che il calo registrato non preoccupa, in quanto attribuibile quasi completamente all’effetto attesa per l’Iperammortamento al 250%. Ora che la legge è operativa quello che occorre fare è eliminare gli equivoci per permettere una corretta interpretazione delle norme in essa contenute, UCIMU sta organizzando una serie di iniziative ad hoc per approfondire gli aspetti operativi di queste norme.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here