“TRAINING FACTORY” ASSIOT-ASSOFLUID: BODYCOTE ospita un incontro sulla cementazione in bassa pressione

0
319

Madone (BG), 5 maggio 2017 –  Prosegue il calendario delle iniziative congiunte ASSIOT e ASSOFLUID con il progetto “THE TRAINING FACTORY”. Dopo il successo riscosso presso SIGMA 3LAB, si è tenuto un incontro sulla cementazione in bassa pressione alla BODYCOTE, azienda leader in tutto il mondo nella fornitura di servizi di trattamento termico, con 189 stabilimenti presenti in 23 paesi.

Con il progetto “THE TRAINING FACTORY”, promosso da ASSIOT e ASSOFLUID, la formazione avviene in azienda tramite una descrizione di particolari processi di interesse per le aziende di settore.

L’incontro si è aperto con i saluti di benvenuto Lorenzo Cattini, Coordinatore Commissione Tecnica e Vice Presidente ASSIOT, che ha sottolineato l’importanza per i contoterzisti di essere aperti a nuove soluzioni capaci di soddisfare le sempre più crescenti esigenze di qualità e flessibilità.

Dopo un’introduzione sulla storia di BODYCOTE, che quest’anno festeggia i vent’anni di attività, il dirigente d’azienda Antonio Magnacca illustra in cosa consiste il trattamento della cementazione in bassa pressione (LPC) e spiega i vantaggi del suo utilizzo rispetto alla cementazione standard. Le applicazioni tipiche di LPC includono ingranaggi, alberi, assi, ugelli, iniettori, mandrini, ecc. LPC è un processo di carbocementazione effettuato in un forno sottovuoto utilizzando gas di idrocarburi a bassissima pressione e a temperature elevate per ottenere uno strato superficiale indurito di martensite rinvenuta e un nucleo tenace. Il trattamento viene utilizzato per aumentare la resistenza all’usura e la durata dei componenti soggetti a fatica ciclica.

BODYCOTE sta attualmente portando avanti un lavoro che prevede la cementazione in bassa pressione su iniettori, impiegati in settori come automotive, areospace, off-road, agricoltura, generazione di energia, tooling, ecc. L’azienda crede fortemente nelle potenzialità e nel valore di questo processo ancora poco diffuso in Italia.

Alla riunione ha fatto seguito una visita allo stabilimento BODYCOTE, in cui i presenti hanno potuto visionare direttamente i processi illustrati di cui si era precedentemente discusso.

La partecipazione attiva e i molteplici spunti di riflessione emersi confermano l’importanza di iniziative di questo tipo, che portano ad un arricchimento e ad un dialogo costante tra le realtà attive nello stesso campo applicativo.


LEAVE A REPLY