Il nostro Paese torna infatti ad attrarre investimenti esteri e rientra finalmente nella Top Ten mondiale dei Paesi più attrattivi per i capitali stranieri dalla quale era da qualche anno assente.

Una buona notizia e per di più non riconducibile al caso e alle coincidenze ma merito soprattutto di Industria 4.0. Così stando all’indice di attrattività sugli investimenti di capitali da Paesi Stranieri – il “Foreign Direct Investment Confidence 2018” – che è stato elaborato quest’anno da At Kearney.

Industria 4.0 è certamente la ragione di questo successo spiegano i ricercatori: il Piano nazionale di innovazione lanciato nel gennaio del 2017 per digitalizzare i processi, incrementare la produttività e le nuove competenze nelle imprese italiane mirava esattamente ad aumentare la competitività, un elemento chiave per divenire attrattivi agli occhi degli investitori stranieri.

Rispetto alla graduatoria dello scorso anno infatti l’Italia non solo torna ad attrarre investimenti esteri ma fa addirittura un balzo in avanti di tre posizioni e passa dal sedicesimo al decimo posto. Nessuna altra economia UE ha fatto altrettanto.

E’ presto per tentare di quantificare i miliardi di investimenti stranieri che l’Italia potrà incassare. Ci vorrà ancora qualche settimana prima di poter fornire una prima indicazione su questo. Siamo però rientrati nella top ten. Ci sentiamo parte del sistema di filiera che ha consentito questo successo? Certamente e contiamo che perduri la spinta positiva del “nostro” 4.0 attrattivo.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here