Anche sul versante della formazione è stato firmato un importante decreto che dà attuazione al Credito di Imposta sulle spese per la formazione di nuove competenze.

Sul versante voucher il MISE ha recentemente disposto l’integrazione della dotazione finanziaria dei Voucher digitalizzazione per ulteriori 242,5 milioni di euro. Le risorse per la concessione del contributo più che triplicano e quasi raggiungono i 350 milioni di euro.

L’importo del Voucher concedibile verrà comunicato a breve.

Anche i nuovi incentivi per la formazione 4.0 crescono o meglio vengono confermati nella loro attuabilità: è stato infatti firmato anche il decreto interministeriale che da attuazione al Credito di Imposta sulle spese di formazione 4.0.

Lo strumento è finalizzato a supportare l’acquisizione di competenze sulle tecnologie 4.0 applicate negli ambiti Informatica, Tecniche e tecnologie di produzione e Vendita e marketing da parte dei lavoratori dipendenti di imprese italiane prevede un credito di imposta del 40% delle spese ammissibili sostenute nell’anno 2018.

La piena operatività del Credito di Imposta alla Formazione 4.0 rappresenta un passaggio importante del Piano Impresa 4.0 in quanto la misura è automatica, se non strutturale, ed importante per continuare a rafforzare l’area nodale della “rivoluzione industriale” ovvero la creazione di nuove competenze 4.0 necessarie per abilitare gli investimenti nelle imprese e a mettere al centro la formazione dei lavoratori nel contesto di una reale strategia di recupero di competitività.

Le misure di voucher e credito d’imposta si sono finora rivelate efficaci in sostituzione della vecchia ripartizione di incentivi “a pioggia”.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here