Dalla dotazione originaria di 20 milioni previsti in di bilancio 2017, i fondi erano già stati aumentati una prima volta a maggio 2017 e portati a 30 milioni, poi a gennaio di quest’anno in occasione della pubblicazione del bando per la presentazione dei progetti, a 40 milioni di euro. Ieri 21 maggio è stato reso nota la firma di un decreto che portalo stanziamento dei competence center del piano industria 4.0 da 40 milioni a 73 milioni.

L’aumento delle risorse è significativo e contribuisce a dare solidità a un progetto che se pur vero che è stato avviato in ritardo è comunque considerato un pilastro portante del piano nazionale industrial e impresa 4.0.

I sette Competence Center selezionati saranno  quindi destinatari di una cifra di quasi 7 milioni per la messa a punto di ciascun progetto.

La restante parte di fondi – che ora passano da 14 milioni a oltre 25 milioni – servirà invece per finanziare i progetti specifici sviluppati dai ognuno dei competence center, fino a un massimo di 200.000 euro per progetto. Il numero di progetti finanziabili con con questo nuovo tetto di risorse passa dai 70 agli attuali 127.

 


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here