Connessioni senza ruggine – La guida LAPP

Dal cavo al pressacavo fino al connettore la risposta sembra chiara: l’acciaio inossidabile è il materiale che garantisce la migliore resistenza agli agenti chimici.

Nell’industria alimentare è spesso una componente essenziale: non arrugginisce e non rilascia polvere. La situazione, tuttavia, non è così semplice in quanto esistono diverse tipologie di acciaio inossidabile. In dettaglio, l’acciaio convenzionale V2A ha un prezzo relativamente basso, ma non presenta un’elevata resistenza agli agenti chimici e non può dunque essere utilizzato nel Food & Beverage, dove è preferibile il V4A, che presenta una lega più robusta.

Come spesso accade però, ad un vantaggio corrisponde uno svantaggio. L’acciaio inossidabile, e in particolare il  V4A, è difficile da lavorare e, se non viene trattato, presenta una superficie ruvida. È per questo che LAPPleader nello sviluppo e produzione di soluzioni integrate nella tecnologia di cablaggio e collegamento – applica uno speciale trattamento alle superfici dei suoi prodotti in acciaio V4A, quale, ad esempio, lo SKINTOP® HYGIENIC con certificazione EHEDG, che riduce le abrasioni e rende più semplice stringere e rilasciare il pressacavo.

L’acciaio inossidabile però, a causa della sua durezza, non può essere utilizzato ovunque, come ad esempio nei  connettori rettangolari. LAPP ha trovato una soluzione alternativa ad esempio per il suo connettore EPIC® ULTRA. L’alloggiamento di questo connettore rettangolare è in zinco fuso nichelato, resistente alla corrosione e utilizzato in molteplici ambiti, dalle piattaforme petrolifere o all’industria alimentare. Per bulloni e staffe, infine, LAPP raccomanda di utilizzare acciaio inossidabile, in quanto ogni rivestimento verrebbe rimosso rapidamente dalla frequente apertura e chiusura durante le fasi di pulizia.

L’esperienza di un leader nel settore come LAPP assicura la tranquillità di selezionare sempre la soluzione più adatta alle proprie esigenze, qualsiasi sia l’ambito applicativo.