L’importanza della cybersecurity è ormai universalmente riconosciuta, eppure, stando allo studio condotto dal Ponemon Institute (“2019 Cyber Resilient Organization“), il 77% delle aziende intervistate non è dotato di un sistema di risposta ad attacchi cyber. Delle aziende in cui un sistema di cyber security è attivo, il 54% non lo testa regolarmente, trovandosi così in grande difficoltà in caso di attacco.

Tutto ciò avviene nonostante gli studi mostrino che in aziende in cui la risposta agli attacchi ai sistemi digital è pronta ed efficace (serve una media di 30 giorni per contenere gli effetti di un attacco cyber) risparmiano circa un milione di dollari sul costo totale del data breach.

Questa difficoltà di implementazione dei sistemi di cybersecurity inoltre impatta sulla conformità con la General Data Protection Regulation (GDPR), ormai in vigore da un anno. Circa la metà dei soggetti dello studio deve ancora ottemperare completamente alla regolamentazione.

Nonostante la loro difficoltà ad adeguarsi al nuovo GDPR, dallo studio emerge che le aziende  riconoscono la stretta relazione tra privacy e sicurezza informatica.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here