Non solo applicazioni in campo tecnico, ma anche nella medicina: l’Intelligenza Artificiale ora riesce ad identificare ben 7 forme di tumori tramite il loro DNA presente nel sangue. Questo test, chiamato Delfi (DNA evaluation of fragments for early interception) potrebbe essere il primo passo verso un sistema di diagnostica precoce e non invasivo.

Il test è riuscito a riconoscere nel 73% dei campioni i tumori, tutti a diversi stadi e con diverse forme. Nei volontari sani, su 215 campioni, i falsi positivi sono stati 4, ovvero l’1,8%. Grazie all’intelligenza artificiale, non solo si sono scoperti i tumori ma, nel 75% dei casi è riuscita anche a capire quali fossero i tessuti da cui provenivano le cellule tumorali.

Questo nuovo tipo di esame, a differenza di quelli tradizionali, studia l’organizzazione del DNA nel nucleo della cellula. Il suo obiettivo è trovare quelle in cui i genomi non sono ben ordinati, ma si trovano nel nucleo alla rinfusa. Queste cellule sono quelle tumorali e, quando muoiono, rilasciano nel sangue il DNA in ordine sparso.

Si tratta dei primi passi verso un nuovo tipo di analisi ma, qualora gli studi confermassero l’efficacia di questo metodo, sarebbe sicuramente l’origine di un nuovo metodo di indagine e diagnostica.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here