Goal, obiettivo, centro, punto. Una partita di calcio si gioca per fare gol, non per correre in 22 dietro ad un pallone. Alla fine, di tutti gli sforzi per portare il pallone in area, si ricorda poi il goal. Quello che realmente fa la differenza tra una vittoria e una sconfitta, quello che, poco importa se brutto, è il gol.

Allo stesso modo, un’azienda deve avere chiaro il suo obiettivo, il suo goal. Non si implementa mai una nuova strategia o un nuovo progetto senza avere prefissato il traguardo, altrimenti sarà una strategia fallimentare fin dal principio.

Come in un business plan, anche la comunicazione aziendale deve sempre prefissare un goal, il quale varia a seconda del livello strutturale aziendale, della propria nicchia di mercato, dei propri prodotti. Non per tutti infatti è necessario raggiungere gli stessi obiettivi, ed è per questo che le strategie comunicative devono essere diversificate

Ogni canale di comunicazione si può implementare, ogni forma si potrà sperimentare, anche se oggi è chiaro che non si può prescindere da quelle che sono le nuove tecnologie e i canali di condivisione più popolari, canali che degli esperti di comunicazione sapranno indirizzare al meglio per supportare l’azienda nel suo obiettivo.

Per capire la portata di una comunicazione efficace, ecco i principali goal di Power and Motion World, ad aprile 2019: le visualizzazioni sono state 177.149, con ben 51.588 user connessi in tutto il mondo. Il pubblico estero, inoltre, rappresenta circa il 35% del totale.ù

Hai saltato qualche lettera? Ripercorri l’ABC della Comunicazione passando dalla F, -> Facebook.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here