La produzione di macchine agricole in Italia vale circa 8 miliardi di euro, nonostante la stagnazione che colpisce altri settori, la crescita è buona, anche se lenta. In particolare, ciò che maggiormente influenza il settore dei macchinari agricoli è l’innovazione in ottica 4.0.

Dati sulla produzione di macchine agricole in Italia nel primo semestre 2019

La produzione di macchine agricole italiane tocca i 7,9 miliardi di euro, cresciuta del +1,5%; a questi, si sommano i comparti di componentistica (circa 2,7 miliardi) e del giardinaggio (stima 800 milioni di euro). Pertanto, il valore della produzione dovrebbe aver raggiunto nel primo semestre 2019 quota 11,4 miliardi in totale.

Vendite e immatricolazioni di macchine agricole “made in Italy” a giugno 2019

Nel primo semestre 2019 le macchine agricole registrano buoni risultati negli Stati Uniti e in Europa: negli USA le immatricolazioni sono salite del 13% (128mila unità), mentre nella UE la crescita è stata del +4% (96mila macchine immatricolate) guidata da Francia, Germania e Spagna.

Fuori dalla UE, crescono, anche se leggermente, le immatricolazioni in Russia e Giappone; tuttavia, l’export è fortemente colpito dal rallentamento dell’India, con vendite scese dell’11%, e della Turchia, la quale registra un calo del -59% nei primi sei mesi del 2019.

Sempre secondo i recenti dati condivisi da FederUnacoma (Federazione Nazionale Costruttori Macchine per l’Agricoltura) anche il mercato nazionale vede una flessione delle immatricolazioni, e ciò si deve soprattutto al fenomeno dell’usato: i primi 6 mesi del 2019 hanno registrato più vendite di “made in Italy” usato dell’intero 2018.

Previsioni per le macchine agricole italiane

Oltre ai dati registrati, le previsioni per il triennio 2019-2021 vedono la crescita di immatricolazioni nei paesi dell’area mediterranea. In particolare, il mercato dovrebbe registrare una crescita in paesi come Marocco, Algeria, Egitto e Tunisia. Paesi che al momento sono in crisi economica, ma che potrebbero rivelarsi interessanti, sono anche Turchia e Iran.

Le ultime innovazioni 4.0 nella produzione di macchinari agricoli

Le macchine agricole del futuro dovranno essere silenziose, maneggevoli ed eco-friendly. Pertanto, i motori elettrici sono la chiave di volta del futuro agricolo: la crescita nei primi mesi del 2019, infatti, è stata del +90%. L’attenzione deriva sia dalla costruzione di macchinari ma anche per il giardinaggio e l’automotive.

Inoltre, grazie all’Internet of Things è sempre più facile accumulare dati dai sensori installati sia sulle macchine che nel terreno, così da combinarli per migliorare le coltivazioni. Anche la tecnologia TIM (Tractor Implement Management) utilizza l’IoT; in questo caso, si tratta di un sistema che permette di segnalare all’operatore delle anomalie, così da intervenire direttamente, anche su più macchine tra loro collegate.

In numeri, l’Agricoltura 4.0 sfiora a livello globale i 7 miliardi di dollari e, in Italia, vale tra i 370 e 430 milioni di euro.

Vuoi rimanere costantemente aggiornato sul mondo della meccanica strumentale, meccatronica, robotica, automazione? Segui PowerandMotionWorld, il portale web dedicato ai maggiori player del settore.

 


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here