Analisi vendite di macchine utensili nel 2018, cresce il mercato interno in Europa

Le macchine utensili prodotte in Europa dominano le vendite a livello globale; nel 2018, il mercato ha raggiunto i 27,5 miliardi di Euro. Di questi, l’export ha inciso per 21,7 miliardi, dando così lavoro ad oltre 147mila addetti in tutta Europa. (dati diffusi da Cecimo)

Per il 2018, le vendite di macchine utensili sono state prevalentemente dirette verso:

  • Cina (25,7%)
  • USA (18,3%)
  • Polonia (8,1%)
  • Messico (4,7%)
  • Russia (4,6%)

All’interno della UE, il consumo di macchine utensili è salito dell’ 11,8%, con un valore totale di 18 miliardi e salita del 5% rispetto al 2017.

Il market share dell’Europa è del 35%, con una produzione globale cresciuta dell’1%, raggiungendo un valore totale di 79,7 miliardi nel 2018.

Sebbene i dati del 2018 fossero positivi, i primi mesi del 2019 sono invece piuttosto stabili, con una crescita del +1%. Particolare impatto è dovuto al rallentamento di paesi come Cina, Brasile, Canada e Turchia, oltre che alle incertezze geopolitiche a livello UE, e la stagnazione economica globale.

Nonostante il rallentamento dell’anno corrente, le previsioni indicano una ripresa per il 2020, con una crescita del consumo globale del +3,5%.

A proposito di CECIMO

CECIMO, fin dagli anni ’50, si è occupata delle aziende europee produttrici di meccanica strumentale e utensile, cercando strategie per aumentarne la competitività a livello globale. Inoltre, per tutelare maggiormente le imprese, si occupa di verificare le apposite legislazioni di settore, nonché di procurare finanziamenti e preparare personale competente, oggi tema di grande impatto sul futuro della strategia industriale nel lungo periodo.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here