Packaging, delivery e automazione: Vuototecnica vince la sfida

Il packaging negli ultimi anni, e ancor più in questi primi mesi del 2020, ha dovuto far fronte a nuove sfide derivanti...

Il packaging negli ultimi anni, e ancor più in questi primi mesi del 2020, ha dovuto far fronte a nuove sfide derivanti dalla sempre più ingombrante importanza data al settore del delivery.

Magazzini robotizzati e lunghe spedizioni, di ogni genere di prodotto, anche deperibile, sono diventanti la quotidianità per molte realtà industriali.

Per questo motivo, maggior enfasi è stata data alla progettazione di confezioni resistenti, all’accuratezza e alla velocità nella movimentazione dei prodotti, e all’automazione di confezionamento e logistica.

Qui sul blog abbiamo visto diversi casi in cui Vuototecnica ha vinto la sfida, aiutando le aziende in questi compiti sempre più fondamentali per ogni filiera produttiva.

Abbiamo parlato delle soluzioni nella presa di confezioni plastiche e flowpack grazie alle nostre Vacupredator. Capaci di prendere film flessibili senza creare occlusione, in maniera rapida e senza danneggiare i prodotti.

Abbiamo più volte esaltato le caratteristiche del sistema di presa a depressione Octopus nella movimentazione di confezioni e nella gestione delle merci sui pallet.

Abbiamo approfondito la movimentazione in linea di bottiglie di liquidi alimentari dal nastro trasportatore alle vaschette per il confezionamento del prodotto finito, grazie alle ventose Maxigrip, che non scivolano sul vetro e garantiscono una presa perfetta.

Vi basterà navigare sul blog per leggere le più recenti applicazioni e trovare ispirazione per le vostre necessità.

Sul sito www.vuototecnica.net troverete invece il catalogo, scaricabile gratuitamente, con tutte le specifiche tecniche e i disegni.