Collaborazione uomo-robot: il contatto tra essere umano e robot non è più un tabù!

Grazie alla tecnologia di sicurezza sviluppata da Pilz, uomini e robot possono lavorare fianco a fianco senza problemi, addirittura senza protezioni fisse! Il contatto tra essere umano e robot non è più un tabù.

L’automazione del futuro richiede sempre più spesso che uomini e robot collaborino in completa sicurezza. Ma cosa significa effettivamente “in completa sicurezza”? Quale e quanta deve essere la pressione e anche la forza di un robot per non provocare lesioni? La risposta a questa domanda è contenuta nella specifica tecnica ISO/TS 15066 che si occupa di normare i valori massimi di soglia del dolore ammessi in caso di collisione tra uomo e robot. Se non vengono superati i limiti previsti durante il contatto tra uomo e robot, l’applicazione è conforme alle norme.

Il set per la misurazione delle collisioni PROBms di Pilz fornisce le informazioni necessarie a valutare se forza e pressione rientrano nei valori di soglia del dolore specificati. Misura la forza e la pressione generate in caso di collisione tra uomo e robot. La valutazione viene eseguita con l’ausilio del software. PROBms viene quindi utilizzato per la validazione della collaborazione uomo-robot (HRC).

Se non vengono superati i limiti previsti durante il contatto tra uomo e robot, l’applicazione è conforme alle norme. Di conseguenza, per ogni applicazione HRC sono necessarie specifiche misurazioni.

www.pilz.it