Nulla rimarrà nascosto: Rilevamento di difetti in vetro, tessuti in fibra di carbonio e superfici riflettenti grazie alle telecamere polarizzate CX

La nuova serie di telecamere polarizzate CX con interfacce GigE e USB 3.0 di Baumer, utilizza le proprietà di polarizzazione della luce e consente...

La nuova serie di telecamere polarizzate CX con interfacce GigE e USB 3.0 di Baumer, utilizza le proprietà di polarizzazione della luce e consente un’ampia gamma di nuove applicazioni industriali, ad esempio per il controllo qualità nella produzione di vetro, tessuti in fibra di carbonio (CFRP), superfici trasparenti e riflettenti. Le telecamere utilizzano il sensore global shutter  IMX250MZR da 5 Megapixel di Sony che integra un layer  multi-polarizzato costituito da quattro filtri di polarizzazione (0°, 90°, 90°, 45°, 135°) a livello di singolo pixel. Una singola immagine è sufficiente a determinare simultaneamente il grado e l’angolo di polarizzazione della luce senza cambiare il filtro. Grazie all’efficace interazione tra l’algoritmo di valutazione integrato e il Baumer GAPI SDK, vengono trasmesse solo le informazioni di polarizzazione. Le applicazioni possono quindi essere risolte in linea e realizzate in modo flessibile, semplice ed economico.

Con le telecamere polarizzate CX, le proprietà fisiche dei materiali non rilevabili dall’occhio umano possono essere visualizzate e valutate per ottimizzare i processi di produzione, ridurre gli scarti o migliorare la qualità. Sono di grande valore nell’industria del vetro per il controllo qualità nella produzione di articoli come bottiglie o fiale. Grazie alla loro capacità di catturare l’intero stato di polarizzazione lineare, ogni sollecitazione meccanica residua che aumenta l’instabilità e il rischio di rottura, sarà rilevata in modo affidabile. Queste telecamere possono essere utili anche per il processo di produzione di tessuti in fibra di carbonio per l’industria automobilistica o aeronautica. Le fibre di carbonio a bassa riflessione e a basso contrasto sono altamente polarizzanti, motivo per cui la grana del tessuto, fattore decisivo che influenza la stabilità del materiale, può essere ispezionata in modo efficiente. La calibrazione in fabbrica consente una risoluzione angolare di 1°. Ciò significa che è possibile rilevare anche le minime deviazioni.
Le nuove telecamere CX eccellono anche quando si ispezionano superfici riflettenti o lucide come il metallo. Selezionando una direzione di polarizzazione, gli effetti lucidi possono essere ridotti efficacemente, ad esempio per identificare meglio i graffi o per essere in grado di leggere i codici in modo affidabile.

www.baumer.com