Le nuove telecamere LX 10 GigE con sensori Sony Pregius catturano i minimi dettagli nelle applicazioni altamente dinamiche

Con l'espansione della serie LX con otto nuovi modelli, Baumer combina i più recenti sensori Sony Pregius con l'innovativa ed economica interfaccia 10 GigE.

Con l’espansione della serie LX con otto nuovi modelli, Baumer combina i più recenti sensori Sony Pregius con l’innovativa ed economica interfaccia 10 GigE. Le telecamere LXT global shutter con risoluzione da 3, 5, 9 e 12 megapixel si distinguono per la massima qualità dell’immagine, un ampio range dinamico di 71 dB e frame rate elevato fino a 216 fps. Catturando i minimi dettagli anche in applicazioni altamente dinamiche in cui si necessita di una rapida elaborazione, le telecamere CMOS forniscono la base per una valutazione delle immagini facile e affidabile con stabilità a lungo termine. La produzione in serie inizia nel quarto trimestre del 2018.

Grazie ai tempi di esposizione fino a 1 µs, queste telecamere sono ideali in applicazioni ad alta intensità di luce come la saldatura laser o in processi ad alta velocità come, ad esempio, il pick-and-place di componenti elettronici, per ridurre al minimo la sfocatura. Le telecamere LXT sono dotate di interfaccia 10 GigE per una rapida trasmissione delle immagini e tempi di elaborazione ridotti. Di conseguenza, sono 10 volte più veloci di GigE e del 35% più veloci di Camera Link Full. In questo modo, garantiscono una trasmissione dati coerente con un’elevata larghezza di banda di 1,1 GB/s. In parallelo, tutti i vantaggi dello standard GigE Vision: ampia disponibilità industriale, lunghezze dei cavi fino a 100 metri e facile ed economica integrazione senza la necessità di cavi speciali frame grabber.

Grazie all’housing resistente all’acqua e alla polvere con grado di protezione IP 65/67 e connettore M12, le telecamere sono ben protette per l’utilizzo in ambienti difficili. Il sistema brevettato di tubi modulari con numero variabile di anelli di estensione è la protezione ottimale per obiettivi di diversa lunghezza e diametro – per garantire un’integrazione rapida ed economica della telecamera con la massima flessibilità senza la necessità di un alloggiamento protettivo aggiuntivo. Inoltre, il range esteso di temperatura di esercizio apre molteplici possibilità di applicazione con elevate esigenze di robustezza dei componenti utilizzati, come le ispezioni alle linee ferroviarie aeree. Quattro uscite optoisolate con modulazione di larghezza d’impulso e potenza di uscita massima di 120 W (48 V / 2,5 A) consentono il controllo diretto delle unità di illuminazione ed eliminano la necessità di controllori esterni, come richiesto ad esempio nell’ispezione superficiale 3D con tecnica shape-from-shading.

Ora la serie LX comprende 36 modelli con interfaccia Dual GigE, Camera Link e 10 GigE e i più recenti sensori CMOS global shutter di ams, ON Semiconductor e Sony. Con risoluzioni fino a 48 megapixel e frame rate fino a 337 fps, queste telecamere sono la scelta ideale per le applicazioni di ispezione più impegnative con elevate esigenze di precisione dei dettagli e produttività.
Maggiori informazioni: www.baumer.com/cameras/LXT